Conversazione con Marco Cuchel e Carlo Gabriele, Presidente dell’Associazione nazionale Commercialisti di Pescara

Embed Code

Conversazione con Marco Cuchel e Carlo Gabriele, Presidente dell’Associazione nazionale Commercialisti di Pescara

“Le misure su IRAP e TOSAP sono solo dei palliativi, e sono emblematiche dell’inadeguatezza dei provvediemti presi in ottica di rilancio.Informazione estampa puntano troppo spesso il dito contro di noi, il mio territorio, fondato sul terziario, sta soffrendo. Molte aziende sono rimaste chiuse, siamo in difficoltà anche noi professionisti. La ripartenza è difficile, aumentano i costi e diminuiscono i ricavi. L’opera di questo governo, basata sulla posticipazione dei pagamenti e degli adempimenti, provocherà un ingorgo a Settembre, la ripercussione dell’insufficienza delle misure prese oggi le sentiremo ad autunno. Il DL rilancio è stata in realtà una sorte di finanziaria, perchè al suo interno troviamo ad esempio il salvataggio di Alitalia?” – Carlo Gabriele, Presidente ANC Pescara

“I 55 miliardi dovevano essere risorse aggiuntive, e dovevano essere destinate al sostegno dell’economia. Gli oltre 400 miliardi del decreto di liquidità non sono altro che un ulteriore indebitamento.I 25 miliardi non sono ancora arrivati, molti non hanno avuto ancora i 600 euro di Marzo e molti non hanno anora visto un euro delle casse integrazione. La soluzione Gli aiuti dovevano essere mirati, a sostegno dei settori economici più colpiti dalla crisi. Le TV e la stampa generaliste stanno facendo un racconto distort della realtà” – Marco Cuchel, Presidente Associazione Nazionale Commercialisti.